Realtà virtuale

2 500 – “Oggi per il compleanno della nostra piattaforma Microsoft, che oggi compie 500 anni dal 2 000, presenta per la prima volta il primo gioco di realtà virtuale per X box in grado di trasportare il cervello in una dimensione progettata da i nostri Game Maker Microsoft. Il gioco viene riprodotto tramite questo micro hardware che viene collegato al lobo frontale del cervello umano. Questo piccolo cip che contiene il gioco occupa la ram del 62% dei server Google che equivalgono a 8 000 volte la ram dei computer Microsoft del 2 020. Tra una settimana circa questo oggetto verrà messo all’asta al prezzo ad un prezzo stratosferico. Chiunque si impossesserà di questo oggetto avrà nelle mani una nuova vita da ricominciare nel gioco. La nostra azienda Microsoft non produrrà più questo oggetto soprattutto per il tempo impiegato a costruirlo dai nostri dipendenti. In cinque minuti questo gioco si impossesserà del vostro cervello; il cip agirà così: si collegherà al lobo frontale inserendo i suoi dati principali poi proseguirà verso il lobo parietale e quello temporale che racchiuderanno la memoria visiva e la capacità di ragionare che saranno molto utili durante il gioco. Infine i dati presenti nel lobo frontale verranno riprodotti nel lobo occipitale che proietterà il gioco e resetterà la memoria che ogni giorno viviamo nella vita reale per inserire i dati del gioco, tutto in 5 minuti. Dopo il fallimento della Playstation 55 nel 2 300, oggi Xbox prende il potere sulle piattaforme di gioco mondiali è per questo che d’ora in poi finanzieremo i giochi più costosi a circa un milione di dollari. Il gioco ideato dai nostri Game Maker si basa su un libro di Stephen King Il miglio verde, un gioco di alta tensione che non ha una durata precisa, la durata di una nuova vita da cominciare come fuggitivo dalla pena di morte Americana.

”Il presentatore deglutì e bevve un bicchiere d’acqua che successivamente ripose sulla sedia, attendendo che qualcuno lo prendesse. “Ma ora ho parlato troppo e bisognerà provarlo, è per questo che invito uno dei nostri migliori Game Maker Microsoft-X box: signori date il benvenuto a Jeremy Cooper il nostro miglior Game Maker che oggi diventerà il proprietario di Microsoft x-box!  Jeremy possiede un microfono con il quale potremmo comunicare con lui ma quando inizierà “Il miglio verde” la sua memoria verrà salvata all’interno di questa chiavetta USB Microsoft e salvata. Pronto Jeremy?”

-Sì, certo!

-Bene la tua memoria verrà resettata tra 3…

-2…

-1…

-ok, ora la tua memoria è stata resettata, ma comunque possiedi una memoria che riporta alcuni dati principali per sopravvivere nel gioco e potrai comunicare con noi, su ciò che stai osservando.

-Bene, benvenuto cosa vedi?

-La grafica del gioco che è stata elaborata è fantastica e assieme alla realtà virtuale sembra di vivere nella vita reale!

-Ora stiamo collegando al nostro proiettore ciò che stai osservando e posso notare che probabilmente la grafica elaborata non corrisponda per niente a uno dei soliti videogiochi, ma sia molto più realistica e posso affermare che io non vedo la differenza tra il gioco e le persone reali. Bene Jeremy ora potrai effettuare i movimenti appena ti verranno legati questi laccetti agli arti superiori e anteriori. Noterai che sono del tutto realistici e qualsiasi movimento che proverai ad eseguire potrà essere realizzato anche nel gioco.

-Sì lo vedo, io sono John Coffey.

– Bene ne “Il Miglio Verde” inizi da ubriaco quando torni a casa, siamo nel 1935 e oggi avrai la possibilità di continuare la storia del libro ossia andrai a casa dei vicini e massacrerai con un taglierino e delle forbici due bambine, questa azione comporterà l’incontro con Paul Edgecombe un poliziotto con idee contorte che ti aiuterà a scappare dal Miglio verde. Oppure vivere come tutti i giorni ma se reagirai così verrai accusato ingiustamente e ti ricongiungerai alla prima opzione di gioco. Ma ora reagirai da ubriaco

-Ho una forbice e mi gira la testa

-Ora il tuo istinto probabilmente reagirà rompendo il vetro che si trova alla tua destra.

-Scusi non la sento più c’è qualcosa che blocca il segnale…

In quel momento il presentatore si bagnò le labbra preoccupato e Jeremy urlò per il dolore. Il presentatore mantenendo la calma avvertì il medico e disse di togliere il cip di realtà virtuale più presto, ma il cip si infiltrò in profondità nel lobo frontale. Jeremy continuava a urlare e perdeva sangue dal mento. Il presentatore perse la pazienza e slegò i lacci per i movimenti per la realtà virtuale. Improvvisamente Jeremy piantò di urlare, il suo viso diventò improvvisamente pallido e non riuscendo a mantenersi in piedi cadde per terra fissando il soffitto. Dieci giorni dopo tutta l’azienda Microsoft partecipò al suo funerale promettendo di non creare più giochi del genere….

THE END

(SCRITTA DA ME, FILIPPO IN PRIMA MEDIA)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...